Cibo caldo o freddo? Scegliere il contenitore take away adatto

By Redazione Ristoranti.it on Oct 11, 2017 12:24:06 PM

Il problema del tempo è diventato cruciale nel periodo storico che stiamo attraversando: sempre più indaffarati, stressati e oberati, cerchiamo soluzioni last minute in grado di risolvere problemi, facendo la differenza. Anche per quanto riguarda il cibo.

Sembra assurdo, vero? Invece é proprio così: abbiamo sempre meno tempo per cucinare e siamo costantemente alla ricerca di qualcuno che ci consegni, nel minor tempo possibile e nelle migliori condizioni, il pranzo o la cena a casa.

Per questo oggi, per chiunque abbia un’attività di ristorazione, il take away è diventato fondamentale. Puntare su un servizio di consegna o di asporto curato può garantire un margine di successo maggiore. Non vorrai perdere questa opportunità?

Allora presta attenzione: ti spiegheremo come, pur mantenendo i costi bassi, puoi riuscire a migliorare il tuo take away, ad acquisire nuovi clienti e, soprattutto, a renderli felici!

 contenitore take away per la tua attività di ristorazione

 

Perché il take away rende tutti contenti

 

La parola chiave che dovrai sempre tenere a mente, se vorrai vedere la tua attività crescere senza spendere un capitale in nuovi e complessi investimenti, sarà felicità. L’obiettivo che dovrai porti dovrà essere quello di rendere soddisfatti i consumatori e per farlo avrai bisogno di comprendere pienamente i loro bisogni.

 Tuttavia, prima di metterti nei panni dei clienti, sarà per te fondamentale capire bene quali saranno gli obiettivi che tu vorrai raggiungere: cosa vuoi ottenere in un anno dalla tua attività? Su cosa vuoi puntare: sulla consegna calda o sulla velocità? Cosa è davvero importante per te e per i tuoi clienti?

 

New Call-to-action

 

Avere le idee chiare ti servirà per focalizzarti al meglio sugli obiettivi e per ottenere risultati maggiori. Un’attività non è uguale all’altra e servono sempre strategie e strumenti diversi, a seconda delle necessità.

  • Se sei specializzato in street food dovrai, per esempio, puntare su vassoietti, contenitori per hot dog e coni per patatine fritte in grado di assorbire molto grasso in eccesso. Per questo ti serviranno materiali ad hoc, che possano risultare comodi per i tuoi clienti e possano permettergli di gustare il cibo camminando e senza il rischio di sporcarsi.
  • Se punti sul take away potrai permetterti di pensare a delle vaschette, a dei contenitori e a dei bicchieri un po’ più strutturati perché si presuppone che la gente gusterà gli alimenti su un piano di appoggio o comunque comodamente.

  • Inutile dire che, nel caso di pasticcerie e gelaterie, sarà opportuno fare un altro discorso ancora. Ti serviranno necessariamente contenitori in grado di preservare il cibo alla giusta temperatura e fattorini rapidissimi nella consegna.

Tutto dipenderà molto dal tipo di attività che avrai: vendere pizzette è diverso dal vendere panini, tramezzini, insalate o gelati. Come anche offrire zuppe non ha nulla a che vedere con la vendita di hamburger. Tu da che parte stai? Non omologarti ma pensa a delle alternative perfette per te.

In commercio ci sono molte soluzioni, di diverse fasce di prezzo, ma scegliere la migliore è possibile solo se si conosce bene la propria attività, se si sono sondati attentamente i bisogni dei clienti e se si è capito dove si vuole arrivare.

 

contenitore take away

 

Perché é importante proporre soluzioni sensate per il contenitore take away

 

Una volta compresa la necessità di lavorare su questo aspetto della tua attività, dovrai capire come farlo al meglio. Tra le tante soluzioni che potrai considerare in futuro, nell’immediato noi ti suggeriamo di puntare sulla qualità dei tuoi prodotti. Non parliamo solo di cibo, che dovrà naturalmente essere ottimo per poter essere venduto in quantità maggiore rispetto a quello dei tuoi concorrenti, ma anche di altri elementi non proprio accessori.

Inoltre puoi rendere unici i tuoi contenitori, puntando sulla qualità del materiale con cui sono fatti. Immaginiamo che tu non venda solo pizze, ma anche una serie di altri prodotti alimentari e da forno; quindi iniziare a distinguere i contenitori per i cibi caldi da quelli per i cibi freddi o più unti, può essere un buon punto di partenza.

  • I contenitori per i cibi caldi, oltre a essere comodi da trasportare, devono trattenere il calore e garantire una consegna ottimale;
  • I contenitori per gli alimenti freddi, al contrario, devono assicurare la perfetta conservazione del cibo e la sua assoluta integrità;
  • I sacchetti per le patatine o per gli alimenti più unti, infine, è bene che non si macchino di grasso perché i clienti non vedrebbero questo dettaglio di buon occhio.

Far crescere un’attività di ristorazione, mantenendo bassi i costi, come vedi è assolutamente possibile: basterà non trascurare sottigliezze che banali non sono, comprendere le esigenze più intime dei clienti e, soprattutto, trasformare i tuoi punti di debolezza in valori aggiunti.

 

 

New Call-to-action