Contenitori take away: ecco le norme che devi conoscere

By Redazione Ristoranti.it on Nov 6, 2017 11:03:00 AM

Vuoi valorizzare il tuo locale e investire sugli strumenti giusti? Sei nel posto ideale: ti forniremo qualche consiglio valido e qualche informazione non solo per far prosperare la tua attività, ma anche per tutelarla.

Oltre ad acquisire nuovi clienti è, infatti, importantissimo essere certi che tutti i materiali utilizzati e tutti gli strumenti siano a norma. In caso contrario potresti incorrere in penalizzazioni, se non in sanzioni salate. Noi abbiamo visto moltissimi tuoi competitor commettere, in tal senso, errori grossolani: per risparmiare pochi centesimi si sono affidati a soluzioni poco idonee che avrebbero potuto sensibilmente minacciare la salute dei clienti.

 

contenitori take away 

A tal proposito, e soprattutto per quanto concerne i contenitori per il take away, la legge parla chiaro: ci sono materiali che, a contatto con gli alimenti, possono essere usati a differenza di altri che sono vietati. Specificamente, secondo il Decreto Ministro Sanità del 21 marzo 1973, è consentito usare esclusivamente:

  • materie plastiche
  • gomma
  • cellulosa rigenerata
  • carta e cartone
  • vetro
  • acciaio inossidabile
New Call-to-action

 

Ma non è finita qui: ancor più importante da tenere a mente è il provvedimento nazionale ed europeo che, attraverso il Regolamento /CE) N. 1935/2004, stabilisce le prerogative che tutti i materiali a contatto con gli alimenti e le bevande devono assolutamente possedere. Solo nel caso in cui all’interno dell’UE, non esistano leggi vigenti, gli stati membri possono decretare regole nazionali.

L’obiettivo di queste norme è naturalmente quello di preservare la salute dei consumatori, accertarsi della corretta composizione dei prodotti e impedire il deterioramento delle caratteristiche organolettiche. Per assicurare alle persone l’integrità di quanto ingerito, sono state messe a punto leggi e sanzioni precise per chi le infrange.

Quindi: perché rischiare e, soprattutto, perché mai minare la salvaguardia delle persone?

 

contenitori take away giusti per la tua attività 

 

Gli esiti, in questo caso, possono essere addirittura disastrosi, poiché alterare l’insieme delle proprietà organolettiche può causare reazioni molto intense e talvolta persino difficilmente arginabili nelle persone.

Altro punto cruciale, a cui spesso si fa poca attenzione, è l’inchiostro contenuto all’interno dei cartoni per il take away: mai sottovalutarlo in quanto potrebbe seriamente danneggiare gli alimenti.

Insomma, tutelare la salute della clientela significa anche tutelare la salute della tua attività: se ancora sei in fase di avvio, fai caso a questi aspetti e informati sulle normative. In caso contrario correresti il rischio di proporre prodotti eccellenti ma un servizio scarso.

Un’attività di ristorazione che funziona comporta, infatti, attenzione e sensibilità in tal senso: vuoi essere da meno? Allora infondi fiducia ai tuoi clienti, iniziando ad apporre sui tuoi contenitori il numero di lotto per renderli tracciabili.

Che ne dici: è un buon punto di partenza? Noi siamo convinti di sì perché la trasparenza e rispetto della normativa, ripagano sempre!

 

New Call-to-action