Facebook per ristoranti: prendi esempio dai grandi chef!

By Redazione Ristoranti.it on Jul 28, 2018 1:02:00 PM

Piacerebbe anche a te utilizzare Facebook per ristoranti come fanno i grandi chef e imprenditori della ristorazione? Riuscire a creare una community di seguaci attiva che possa trasformarsi in potenziali clientiLo so bene, quando hai aperto la pagina del tuo ristorante pensavi che avresti potuto eguagliare, magari in piccolo e con un po’ di impegno, chef come Carlo Cracco, Antonino Cannavacciuolo, Alessandro Borghese, ma in realtà proprio non riesci a sfruttare al meglio questo potente social network.
Non ti preoccupare ti aiutiamo noi a capire come fanno i grandi chef ad arrivare al cuore degli italiani.

 

Ristoranti su Facebook

 

La classifica dei più amati sui social

 

Eh sì, possiamo parlare di una vera e propria classifica degli chef più amati nel mondo social. Solo qualche anno fa nessuno avrebbe mai pensato che un grande cuoco, per quanto bravo e preparato, potesse diventare una star a tutti gli effetti e invece, oggi, è proprio così. Chi non conosce Carlo Cracco? Chi non ricorda l’accento di Antonino Cannavacciulo?

Ognuno di questi grandi chef è amato e seguito dagli italiani per alcuni dettagli che permettono loro di distinguersi dai colleghi e “rivali”. Vediamo nel dettaglio cosa caratterizza ognuno dei canali social che gestiscono.

  • Antonino Cannavacciulo. È il cuoco più seguito dagli italiani e si colloca in prima posizione non soltanto per il numero dei suoi seguaci su Facebook (1.516.191 persone) ma anche e soprattutto per le migliaia di interazioni che riceve su Instagram. La sua arma segreta? Il carattere personale dei suoi post: lo chef spesso condivide contenuti che mostrano la sua vita privata, dalle foto con i figli, a scatti che ritraggono attimi quotidiani. L’impronta quasi familiare che ha scelto di dare ai propri canali pubblici riesce a toccare l’animo degli italiani, facendoli sentire parte della sua vita privata.

pagina facebook ristorante

 

  • Alessandro Borghese. In seconda posizione troviamo Borghese, considerato, oltre che un grande chef, un vero e proprio sex symbol. L’uso che fa dei suoi profili social è molto meno personale rispetto a quello del collega Cannavacciulo: non troviamo scatti di vita privata, perlopiù utilizza i suoi canali per promuovere le attività che svolgeE allora ti starai chiedendo come riesce a fare la differenza?
    Beh è semplice, ciò che lo contraddistingue è la sua simpatia, quasi tutti i suoi post, infatti, posseggono sempre un pizzico di ilarità che piace agli italiani e fa divertire.
  • Joe Bastianich. A conquistare la medaglia di bronzo della comunicazione online è Bastianich, un imprenditore di origine italiana, che vive a New York. Sì, è sicuramente anche lui una star del digital marketing con i suoi 916mila follower su Instagram e 1.137.445 seguaci su Facebook (che crescono costantemente), vuoi sapere che arma segreta utilizzi per accrescere la sua notorietà? Beh potremmo dire che la sua strategia sia un mix rispetto a quella dei suoi colleghi di cui abbiamo appena parlato: sui profili di Bastianich possiamo trovare dalle foto personali, alla promozione delle sue apparizioni televisive.
  • Marco Bianchi. Se invece parliamo di chef influenti e con un grande numero di interazioni non possiamo non menzionare Bianchi, campione assoluto nel coinvolgimento dei suoi utenti (in gergo engagement). Il suo segreto? Sfruttare al meglio quasi ogni piattaforma e dialogare con il suo pubblico degli argomenti più vari in tempo reale, a volte scrivendo post anche di carattere informativo, che ben si discostano dalle tematiche puramente culinarie, ma che toccano la vita di tutti i giorni.

Grazie alla popolarità di questi grandi chef è cambiata anche la concezione della cultura culinaria, che non si concentra più solo sui ristoranti stellati e supercostosi ma che valorizza la vera passione per il cibo di chi fa questo mestiere.

 

Facebook per ristoranti

 

Ristoranti su Facebook: lasciati ispirare dai grandi chef!

 

In realtà, come avrai visto, non c’è un’unica regola o una formula universale per gestire la pagina Facebook di un ristorante. La vera strategia risiede nel saper sfruttare al massimo le proprie peculiarità, cercando di creare un rapporto diretto con la community. Interagire, coinvolgere gli utenti e creare dei contenuti originali è, quindi, una delle regole fondamentali per chi sceglie di utilizzare i social network con la propria attività di ristorazione.

Certo se crei una pagina Facebook per ristoranti senza prendertene cura, usandola soltanto raramente per promuovere qualche evento del tuo locale non puoi aspettarti di avere un grande riscontro da parte degli utenti. Una community virtuale, esattamente come i tuoi clienti, va coccolata e tenuta stretta, altrimenti si annoierà facilmente e non visiterà più la tua fan page.

Se ti lascerai ispirare dai grandi chef come abbiamo visto, potrai trasformare la tua community in una potenziale base di clienti affezionati che si fiderà di te e della tua cucina perché avrà l’impressione di conoscerti da sempre. 

 

pagina facebook ristorazione