Gestire una pizzeria: scopri come farlo risparmiando tempo

By Redazione Ristoranti.it on Aug 18, 2017 11:04:00 AM

Se hai una pizzeria, saprai bene che uno degli aspetti più delicati e complessi, riguarda la gestione di un’attività. E quando diciamo gestione, ci riferiamo a una serie di fattori - tutti ugualmente importanti - che, se sottovalutati o ignorati, possono decretare anche il fallimento di un business. Non spaventarti: ciò che ti serve in questo momento è un po’ di informazione che, insieme a qualche esempio e a qualche suggerimento pratico, ti aiuti a trasformare la tua pizzeria da un’attività come tante a un caso di successo.

 

come gestire una pizzeria risparmiando tempo

 

La gestione di una pizzeria è solo questione di tempo

 

Gestire un’attività significa sviluppare una strategia che, nel medio-lungo periodo, la porti a prosperare, generando dei guadagni superiori agli investimenti. Per raggiungere un buon risultato, tuttavia, è necessario capire bene il valore delle risorse che si hanno a disposizione, al fine di ottimizzarle e non sprecarle. Soprattutto perché, nel caso di piccole attività, esse non sono illimitate.

Prendiamo, per esempio, la questione del tempo. Tu pensi di averne abbastanza o, invece, ti sembra di averne sempre troppo poco e di non riuscire a fare ciò che avresti in mente al meglio delle tue possibilità? Non raccontare scuse e spiega a te stesso perché fino a questo momento non sei riuscito ad offrire ai tuoi clienti maggiore varietà. Se non hai abbastanza tempo, non fare tutto da solo e valuta queste 3 soluzioni.

come gestire al meglio tempo e risorse? Scoprilo nella guida

 

Come gestire la tua pizzeria in 3 mosse

 

Assumi del personale qualificato e porta innovazione in pizzeria


L’assunzione di personale qualificato, pur rappresentando un costo elevato per un imprenditore, nel corso del tempo genera un importante ritorno. I motivi, principalmente, sono due:

  • le risorse qualificate fidelizzano la clientela che, felice di pagare per un buon servizio, ritorna
  • i nuovi assunti ti fanno risparmiare tempo e lasciano la possibilità di dedicarti a qualcosa che ritieni più importante come, per esempio, l’ampliamento dell’offerta, la sperimentazione di nuovi prodotti, di nuove tecniche di vendita o di gestione della tua pizzeria.

Ti sembra poco? Però sta attento a questi due aspetti:

  • assumi solo personale qualificato e che abbia la tua stessa idea di business. Per esempio, se la tua è una pizzeria molto informale, in cui i camerieri hanno anche il compito di intrattenere i clienti, scegli delle persone socievoli, in grado di promuovere con carisma ma senza invadenza i tuoi prodotti.  Anche in questo caso, non scegliere subito: prendi tempo per intervistare tutte le persone che desideri, fino a che non avrai trovato quelle giuste per te. Non avere fretta: una selezione frettolosa, probabilmente andrà ripetuta.
  • Informati sulla possibilità di avere degli sgravi contributivi, nel caso in cui dovessi decidere di assumere un apprendista pizzaiolo. Probabilmente è così ma devi trovare il tempo per parlarne con il tuo commercialista e con un bravo consulente del lavoro.

 

Fa in modo che tutti gli elementi siano in equilibrio tra loro


Un altro aspetto che devi necessariamente valutare, dopo aver assunto del personale qualificato, riguarda la possibilità che il personale avrà di lavorare bene. Devi infatti pretendere che tutti facciano un buon lavoro ma, nel contempo, devi fornire a chiunque lavori per te gli strumenti necessari per farlo.

La tua parola dell’anno deve essere “innovazione”. Per offrire al cliente un servizio di qualità, avrai bisogno di camerieri e fattorini celeri che riescano a prendere le comande agevolmente, che commettano meno errori possibili, che comunichino facilmente tra di loro e con i vari reparti e che, soprattutto, non perdano tempo ma lo investano per fare un buon lavoro e consegnare una pizza a domicilio fumante.

Dalla tua pizzeria sarebbe meglio che, quindi, scomparissero:

  • foglietti volanti
  • comande trasmesse a voce da un reparto all’altro che, oltre a essere sgradevoli da ascoltare in sala mentre si mangia, sono anche difficilmente comprensibili per chi deve mettersi all’opera.

Dotati, quindi, di un tool digitale in grado di snellire il processo e di mettere tutto il tuo staff nelle condizioni di lavorare in maniera sinergica.

 

come gestire una pizzeria con successo

 

Assegna compiti precisi ai tuoi dipendenti: non confonderli ma formali


Se ognuno avrà le proprie mansioni e le conoscerà precisamente, le porterà a termine con cura e passione. Ricorda che anche una sola risorsa insoddisfatta o carente, rappresenta un potenziale rischio per la tua attività. Tutti sono anelli di una stessa catena che per funzionare deve essere scandita in maniera fluida ma precisa.

Se temi che avendo solo compiti prestabiliti, le risorse si possano ritrovare a vivere momenti di ozio, pensa a delle alternative: ossia delle attività, comuni a tutti, da fare nei momenti più tranquilli. Per esempio il montaggio dei cartoni per le pizze da asporto e il riordino dei volantini da dare durante la consegna. Se hai un’app personalizzata per la tua pizzeria, contatta il fornitore: probabilmente potrà venderti degli adesivi da attaccare sui cartoni e dei volantini studiati ad hoc che oltre a personalizzare la tua pizzeria, educheranno il cliente sugli step da seguire per contattarti agevolmente.


Pensa a dei menù già pronti

I menù già pronti possono essere una grande idea al fine dell’ottimizzazione del tempo: dopo aver capito quali sono i piatti più scelti, crea delle soluzioni standard per pranzo o per cena.

Oltre a farti risparmiare molto tempo, perché potrai organizzarti in anticipo, ti faranno risparmiare molto denaro: non dovrai avere infatti sempre in pizzeria anche gli ingredienti che non ti servono, correndo il rischio di buttarli se non consumati e i clienti saranno contenti perché non amano perdere tempo, neppure per scegliere. Valuta anche la possibilità di applicare degli sconti a questi menù, sulla base della stagionalità degli ingredienti o di eventi particolari. Insomma, sii creativo e vedrai che i clienti apprezzeranno (e consumeranno).

 

Offri sempre massima qualità


L’ultimo consiglio che ci sentiamo di darti per gestire ottimamente la tua pizzeria, riguarda la qualità delle materie prime che utilizzerai: è di fondamentale importanza differenziarsi rispetto a tutta la concorrenza soprattutto in tal senso. Offri sempre un prodotto fresco, anche a costo di pregiudicare la quantità: meglio 5 pizze ottime che 10 scarse.

In conclusione: organizza la tua attività con intelligenza e senza strafare. Ottimizzare il tempo, servirsi degli strumenti giusti e circondarsi di valido personale è sicuramente un buon punto da cui partire con serietà. Non sei d’accordo?

 

 

Scopri come gestire tempo e risorse della tua pizzeria